Giordania: Petra



Capitale dei Nabatei, antica popolazione di commercianti arabi, verso l’VIII secolo Petra fu abbandonata e dimenticata fino al 1812, quando l’esploratore Burckhardt lo riporto’ alla luce come sito archeologico.




Per la visita e’ preferibile svegliarsi all’alba ed iniziare il percorso prima dell’arrivo della moltitudine di turisti.

Per arrivare al monumento principale, si puo’ procedere a piedi per una passeggiata di diverse centinaia di metri. E’ possibile tuttavia prendere uno dei tanti calessi o cavalli che rapidamente portano al sito principale.

Facendo la passeggiata e’ possibile ammirare alcune costruzioni scavate dai Nabatei nella pietra, che possono solamente rendere l’idea dello spettacolo al quale si va incontro.



Volti e sguardi... nel mondo


Da nord a sud, da est a ovest... volti e sguardi in giro per il mondo raccontati in un video con musica.

Per vedere ed ascoltare CLICCA QUI







Le 7 Meraviglie del Mondo




Le 7 Meraviglie del Mondo raccontate in un video e musica.

Per vedere e ascoltare CLICCA QUI









INDIA: il Taj Mahal


Una delle nuove 7 Meraviglie del Mondo, un'immagine che rischia di far commuovere per la sua bellezza, il Taj Mahal è il simbolo architettonico dell'India.





Il mausoleo del Taj Mahal fu fatto costruire nel 1632 dall’imperatore Shah Jahan in memoria della moglie Mumtaz Mahal, morta dando alla luce il 14° figlio dell’imperatore.


Recandosi ad Agra la sera prima della visita, si puo’ assistere ad una rappresentazione teatrale che narra la storia d’amore tra l’imperatore e la sua amata. Muniti di cuffie per la traduzione, si viene calati nella struggente favola che unisce i protagonisti e, pur con i limiti della presentazione scenografica indiana, alla fine dello spettacolo qualcuno ha le lacrime agli occhi. Cio’ accresce l’attesa per quello che si vedrà il giorno dopo.

A precedere l'ingresso al viale che conduce al mausoleo, una costruzione ad arco in tipico stile indiano, in mattoni rosa, anch'esso di notevole pregio architettonico.




L’impatto visivo con il Taj Mahal ha qualcosa di unico, si resta con il fiato mozzato per la bellezza e lo splendore della costruzione. Il bianco candido, la delicatezza delle decorazioni, i quattro obelischi ai lati donano un fascino inimmaginabile, esprimendo cosi’ l’amore che poteva legare l’imperatore alla principessa.

Si ha l’impressione che sia stata letteralmente versata una “lacrima candida” in una distesa di solitudine.



Repubbliche baltiche: c'era una volta...


Un tour vissuto e raccontato da Cristiana Fichi in modo inconsueto, come fosse una fiaba e nelle fiabe si può... sognare!



"Lettonia, Lituania ed Estonia sono le 3 Repubbliche Baltiche che da stati sovietici facenti parte della ex URSS oggi sono diventate europee a tutti gli effetti.

La loro storia è fatta di sottomissioni al prepotente di turno e secondo me, solo conoscendo proprio la loro storia, si può apprezzare la bellezza di questi luoghi.

Mi aspettavo di trovare paesi grigi e tristi ed ho trovato invece paesi degni di una fiaba, con paesaggi usciti da “Hansel e Gretel”, castelli principeschi degni della “Bella addormentata nel bosco”, città che richiamano ad elfi, fate, draghi e cavalieri!

Allora il mio viaggio nelle repubbliche baltiche ve lo voglio proprio raccontare come se fosse un viaggio fantastico tra sogno e realtà.

I personaggi ovviamente sono tutti inventati ma le località sono reali, come pure l'itinerario del mio viaggio.


Le "posizioni" di Buddha


Nella rappresentazione iconografica di Buddha, assumono un ruolo molto importante le svariate "posizioni" in cui viene raffigurato ed ognuna di esse ha un significato particolare.



Sorvoleremo sui termini originali della lingua orientale, spesso impronunciabili e comunque difficilmente memorizzabili per noi occidentali, appartenenti forse a religioni diverse, ma cercheremo di spiegarne il significato per alcune delle più importanti.

GERMANIA: i Castelli della Baviera


Uno degli itinerari più romantici dell'Europa Centrale, il tour del Castelli della Baviera ha il suo momento più importante nella visita del Castello di Neuschwanstein.




Ma procediamo con ordine e prima di arrivare alla Romantische Strasse, la via che collega le Alpi alla Baviera e ai suoi castelli, possiamo già ammirare il Castello di Fernsteinsee in Tirolo sul lago di Fernstein che ospitò l'imperatore Massimiliano e l'imperatrice Maria Teresa d'Austria


BERLINO: 25 anni senza muro


Per celebrare i 25 anni della caduta del muro di Berlino, Mariella ci ricorda i momenti passati e presenti che hanno fatto la storia di una città divisa.

"Berlino, la città dai due volti, si appresta a commemorare la caduta di quel muro che la divideva
in due come una ferita, lacerante e dolorosa che ha segnato la storia non solo dei berlinesi ma
dell’intera Europa.







KENYA: "jambo!!!"


Un altro racconto dell'amica Cristiana Fichi , questa volta sul "suo" Kenya!



“In Africa avevo una fattoria ai piedi degli altopiani del Ngong. A un centocinquanta chilometri più a nord su quegli altopiani passava l’equatore; eravamo a milleottocento metri sul livello del mare. Di giorno si sentiva di essere in alto, vicino al sole, ma i mattini, come la sera, erano limpidi e calmi e di notte faceva freddo.”

Questo è l’inizio del libro di Karen Blixen “La mia Africa” e questo è stato l’inizio di un sogno per me divenuto realtà: il Kenya.



Per me il Kenya è poesia e natura e durante il mio viaggio mi sono sentita come se vivessi in un film, immersa tra il romantico “La mia Africa”, il drammatico “Il re leone” e l’emozionante “Nata libera: la straordinaria avventura della leonessa Elsa”.