Rio de Janeiro: carnevale e... dintorni


Manca esattamente un mese al Carnevale e come non parlare della Capitale Mondiale di questa festa: Rio de Janeiro!





La città si caratterizza per le numerose attrattive turistiche che stridono talvolta con le aree più povere delle favelas.
Primo consiglio, quando girate per la città evitate di indossare gioielli, orologi, strumenti tecnologici a portata di mano per non incappare in spiacevoli furti (anche se la sorveglianza da parte della polizia locale è molto aumentata).

Chi si reca a Rio de Janeiro in periodo di Carnevale sarà sicuramente impegnato nel godere dello spettacolo che si svolge al Sambodromo, dove le scuole di samba si sfidano per giorni con carri e balli.




Ma Rio non è solo Carnevale! Cominciamo ad elencare le attrattive che sono uniche al mondo.
Una passeggiata lungo le due spiagge più famose del mondo: Copacabana, lunga 4 km con la caratteristica pavimentazione ad "onda", e Ipanema dove potrete sorseggiare una bibita al cocco o una cachaca.




Sicuramente emozionante e unica, dal costo non proibitivo, è la possibilità di sorvolare in elicottero la città, potendo ammirare dall'alto le spiagge, il Corcovado con la statua del Redentore, una delle 7 meraviglie del mondo






il Pan di Zucchero (Pan de Azucar), la montagna che domina la città con la sua caratteristica forma, alla cui sommità si arriva con una funicolare e da cui è possibile godere di un panorama mozzafiato.

Amsterdam: Koningsdag - la Festa del Re



Dal 2015 la  Koninginnedag (Festa della Regina) diventa Koningsdag (Festa del Re) e si celebra il 27 aprile. Può essere sicuramente un'idea originale per visitare Amsterdam. La festa si svolgeva ogni anno il 30 aprile (o il sabato prima, se cade di domenica) e celebrava il compleanno della Regina Giuliana; da quest'anno si festeggia invece il Re!

In questo giorno di festa, ma anche il giorno prima, migliaia di olandesi, tutti vestiti d'arancione, si riversano per le strade ed i canali di Amsterdam, trasformando la città in un mega-party danzante.

La città viene completamente stravolta nel suo aspetto (troverete anche le strade più sporche di carte, lattine e quant'altro possa essere buttato in terra - ma la mattina dopo sarà tutto pulito alla perfezione!), per cui aspettatevi di vedere una Piazza Dam, la piazza centrale, trasformata in un grande luna-park con giochi di ogni tipo.




Se la notte avete voglia di dormire, preoccupatevi che la vostra stanza d'albergo non dia all'esterno, ma all'interno, altrimenti passerete la notte insonne per i ritmi musicali che arrivano dalla strada (e non c'è finestra isolante che tenga!).









Giulia e Ottavia...


Giulia Gallone e Ottavia Orticello, giovani attrici romane diplomate all'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D'Amico, hanno prestato la loro immagine agli scatti della mia macchina fotografica!


Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello

Giulia Gallone

Ottavia Orticello



10 cose da vedere (e da fare) a… Cuba


Meta tra le più gettonate e ricercate del turismo mondiale, Cuba rappresenta il mix perfetto tra natura e cultura, potendo spaziare dalle meraviglie del paesaggio e delle sue città ai riferimenti storico-letterari.


Tra le 10 cose da vedere, a L’Avana abbiamo sicuramente l’imbarazzo della scelta.
Sicuramente da visitare le fortezze del Castillo del Morro e del Castillo de la Real Fuerza, passando poi per una spettacolare passeggiata lungo il Malecon, il vasto lungomare che costeggia una parte della città. 




Camminare lungo il Paseo de Marti per arrivare al Capitolio, ci consente di osservare alcuni aspetti caratteristici della città, dai gruppetti di persone che si riuniscono a parlare o a giocare a carte, alla possibilità di ammirare le vecchie auto d’epoca, abbandonate dagli americani negli anni della rivoluzione, che ancora vengono utilizzate dai cubani con continue riparazioni tra le mille difficoltà a reperire ancora i pezzi di ricambio.





La visita al centro città, con il tipico stile coloniale, ci consente di ammirare la piazza principale e la bellissima chiesa di S. Francesco, magari facendo un giro in carrozzella!





10 cose da vedere (e da fare) a… Mosca


Se non siete amanti del freddo e della neve, il periodo migliore per visitare Mosca è in primavera-estate, quando è possibile passeggiare per il centro storico e zone limitrofe in tutta tranquillità (ma penso che anche con la neve la città abbia il suo fascino!)


Tra le 10 cose da vedere, non può ovviamente mancare una visita alla celebre Piazza Rossa, una delle più grandi del mondo, su cui si affaccia la magnifica Cattedrale di S. Basilio, unica per le sue cupole colorate, il Mausoleo di Lenin, i Magazzini Gum, destinati oggi a centro commerciale.








La visita alla Cattedrale di S. Basilio spesso richiede del tempo per la fila di turisti che desiderano entrare all’interno, ma ne vale la pena per ammirare la bellezza dell’arte russa.

Poco distante, se si è in orario adatto (tutti i giorni h 14), è possibile assistere al cambio della guardia di fronte alla tomba del Milite Ignoto.


Oltre alla famosa S. Basilio, merita una visita la Cattedrale di Cristo Salvatore, che, con le sue cupole dorate e la facciata bianca, spicca per la sua bellezza e unicità. Ricordatevi di indossare pantaloni lunghi o gonna sotto il ginocchio altrimenti sarete fermati dal severo controllo all'ingresso.


Poco distante, con una piacevole passeggiata, si può raggiungere uno dei ponti più famosi sulla Moldova, da cui è possibile godere di un panorama straordinario sulla vicina Piazza Rossa e sull’intera città. Il ponte, negli ultimi anni, si è “adattato” alla consuetudine di ospitare i “lucchetti dell’amore” che spesso ritroviamo in alcune delle capitali europee più importanti.